Tutta un’altra Stories

immagine anteprima Tutta un'altra Stories

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

L’anima del Festival del Cinema Nuovo si diffonde con un nuovo progetto incentrato sui giovani e sui social network

Dopo dodici edizioni che lo hanno visto crescere moltissimo a livello nazionale ed internazionale, il Festival del Cinema Nuovo continua a mantenere viva la relazione con il luogo che lo ha visto nascere, e che nel tempo è stato più volte teatro di iniziative con protagonista la bellezza della diversità.

A Gorgonzola infatti la storia del Festival prosegue con Tutta un’Altra Stories, un nuovo progetto che vuole vuole essere una proposta per favorire la ripresa di relazioni e condivisioni in ambito giovanile utilizzando gli strumenti tecnologici e social video non come mezzi di promozione al virtuale o di chiusura sociale ma, al contrario, per favorire la comunicazione e il racconto di sé e di ciò che ci circonda.

Il 13 e il 14 Ottobre Tutta un’Altra Stories si è presentata al pubblico con due giornate gratuite, dal programma ricco e variegato, dedicate a educatori, personale medico e, naturalmente, ai ragazzi, primo e più attivo utilizzatore dei social network.
Ad animare l’evento la partecipazione di diverse personalità di settore, che, condividendo la propria esperienza, hanno arricchito di testimonianze preziose l’incontro con i giovani interlocutori. Tra questi Fabrizio Gervasoni, Lucia Catherine Greco di Nemo Lab, Paola Chesi di ISTUD Sanità e Salute, Anna Troiano della Cooperativa Sociale Il Sorriso, Gianni Gandini di Fondazione Don Gnocchi, Tiziana Lambo, Luigi Colombo del Festival del Cinema Nuovo, Mirko Pajè, Anita Pallara, Alberto Molteni, Stefania Culurgioni di Settimanale Radar, Alessandro Mauri e Francesca Del Carro della Scuola Mohole.

A Tutta un’altra stories hanno trovato spazio anche alcuni dei cortometraggi finalisti dell XIIª edizione del Festival del Cinema Nuovo

Spunti preziosi per illustrare come l’incontro tra tecnologia e creatività può diventare un’importante strumento di narrazione.
A ricevere gli applausi del pubblico, ancora una volta, sono stati: 

Lo Spiraglio, Cooperativa Sociale Onlus Il Sorriso
Anime di Inchiostro, Diego De Angelis
Santosha e lo strano virus, Cooperativa Sociale Punto di Incontro
Uno scampolo di pace, Arché Onlus
Supereroi, Cooperativa Sociale Insieme

Insieme a questi, anche il documentario Straordinariamente Cinema – storia di un festival davvero speciale, ha dato il suo contributo a due giornate di incontro e confronto all’insegna della valorizzazione e del racconto della diversità

Tutta un’altra stories è solo all’inizio, e da qui ai prossimi mesi continuerà a crescere ed arricchirsi grazie al coinvolgimento di numerosi ragazzi e “attori” del mondo social.
Per approfondire questa interessante iniziativa ed esserne sempre aggiornati, invitiamo a seguire le pagine Facebook e Instagram di Tutta un’altra Stories.

Ne vedremo delle belle.

scopri gli ultimi articoli del blog